26 Settembre 2020

La Storia

Assieme - Associazione di volontariato di utilità sociale, è nata ufficialmente il 3 giugno del 1991, con lo
scopo di costituirsi strumento di attivazione delle risorse umane socialmente sensibili del territorio.
In calce sono riportate le due pagine che costituivano il documento di discussione propedeutico alla
nascita dell'Associazione.

I temi che aveva individuato il nucleo fondatore erano pressappoco i seguenti:
- il disagio del mondo giovanile e la prevenzione alla tossicodipendenza
- l’emarginazione sociale
- la condizione degli immigrati extra-comunitari
- la condizione degli anziani
- la promozione delle attività culturali
- la cura, la tutela e la valorizzazione del territorio e del patrimonio ambientale
- la solidarietà internazionale
- il sostegno all’associazionismo
Questi temi tra loro anche così differenziati dovevano essere trattati tramite un’aggregazione modulare di
progetti.
La realtà non è stata poi lontana dalle previsioni, e ciò è stato possibile grazie anche ad una grossa crescita
del corpo sociale.
In base alle indicazioni di partenza sono state infatti realizzate numerose attività, progetti ed interventi che
possiamo riassumere in quattro grandi gruppi:

  1. COOPERAZIONE INTERNAZIONALE
  2. AMBIENTE
  3. SOLIDARIETA’ SOCIALE
  4. ATTIVITA' CULTURALI

Cooperazione internazionale

Nell'ambito di questo settore alcune attività sono ormai terminate, ma hanno aperto la strada a nuove
possibilità ed esperienze. Ad esempio l'intervento nella ex-Jugoslavia portando aiuti umanitari ai profughi in
Croazia si è concluso con notevole successo. Il "Progetto pacchi famiglia", realizzato in collaborazione con la
Commissione Consiliare per la Pace del Comune di Bagno a Ripoli, ha coinvolto oltre 300 famiglie nella
provincia di Firenze raccogliendo generi alimentari, oltre a materiale di vario tipo (sanitario, scolastico,
vestiario, scarpe, ecc.) oltre ad una attività di monitoraggio volta all’azione di sostegno a distanza di famiglie
particolarmente disagiate a Knin da parte di famiglie italiane.
Complessivamente sono stati effettuati 54 viaggi dal marzo 1995 al marzo 2004, nella zona a sud di
Spalato, portando aiuti in alcuni campi profughi nella città di Drevnik e all'orfanotrofio di Spalato.

L'esperienza di questo progetto ci ha indicato la strada per continuare in ex-Jugoslavia con il progetto Knin e
tentando allo stesso tempo di fare qualcosa per l'emergenza Kosovo.

Realizzazione siti web www.sitoper.it